ITA | ENG
  • Per migliorare la qualità della vita dei pazienti affetti da Sclerosi Multipla è fondamentale continuare la ricerca e sviluppare approcci innovativi, per essere al fianco di chi la malattia la affronta ogni giorno. Senzaetà, il network informativo dedicato ai temi della salute, del benessere e della qualità della vita racconta che cos’è Equistasi® e quali sono i benefici del suo utilizzo nell’ambito della Sclerosi Multipla.

    Lo studio clinico condotto dall’equipe dell’università Federico II di Napoli guidata dal Professor G. Orefice, pubblicato sulla rivista Restorative Neurology and Neuroscience e denominato The effects of mechanical focal vibration on walking impairment in multiple sclerosis patients: A randomized, double-blinded vs placebo study, ha dimostrato che i pazienti affetti da una forma di Sclerosi Multipla trattati con Equistasi® a supporto della terapia medica seguita, presentano progressi nella deambulazione, durante il compimento del primo passo, nella lunghezza del passo medio, nel doppio supporto a destra e a sinistra e un abbassamento del livello di fatica impiegato nel completare queste azioni. L’ottimizzazione del sistema posturale si ripercuote anche sull’equilibrio del paziente che risulta più stabile, con la possibilità di avere un’area di spostamento maggiore (Functional Reach Test).

    Il Dottor P. Paone, biostatistico e coautore dello studio in oggetto, racconta di aver condotto un protocollo randomizzato, in doppio cieco, controllato versus placebo – ai partecipanti sono stati assegnati dispositivi originali Equistasi® e dispositivi placebo – per studiare l’efficacia delle vibrazioni meccaniche emesse dal dispositivo medico Equistasi® in 20 pazienti con Sclerosi Multipla recidivante-remittente (SM-RR). I risultati hanno suggerito effetti benefici e positivi legati all’utilizzo di Equistasi, in correlazione inversa con la durata della malattia: prima si attivano le terapie vibratorie e migliori sono i loro esiti.

    Leggi l’articolo completo – consultabile a pag. 24.