ITA | ENG
  • Pubblicazioni Scientifiche | Principio di funzionamento Equistasi®

    Acute effects of high-frequency microfocal vibratory stimulation on the H reflex of the soleus muscle. A double-blind study in healthy subjects

    Alfonsi E., Paone P., Tassorelli C., De Icco R., Moglia A., Alvisi E., Marchetta L., Fresia M., Montini A., Calabrese M., Versiglia V., Sandrini G.

    1. Questo studio in soggetti sani, ha esaminato gli effetti di un sistema che fornisce microvibrazioni focali ad alta frequenza (Equistasi®) sull’inibizione del muscolo soleo H stimolato (TVS).

    2. Le microvibrazioni ad alta frequenza hanno aumentato significativamente l’effetto inibitorio di TVS sul riflesso H per un massimo di tre minuti. Inoltre, Equistasi® ha anche ridotto significativamente l’eccitabilità alfa-motoneurone. I risultati attuali indicano che Equistasi® ha un effetto modulatorio sui circuiti dei riflessi propriocettivi. Pertanto, Equistasi® potrebbe interferire con alcuni meccanismi coinvolti nel controllo fisiologico e fisiopatologico del movimento e della postura.

  • Pubblicazioni Scientifiche | Equistasi® Nel Parkinson

    A wearable proprioceptive stabilizer (Equistasi®) for rehabilitation of postural instability in Parkinson’s disease: a phase II randomized double-blind, double-dummy, controlled study.

    Volpe D., Giantin MG., Fasano A.

    1. Obiettivo dello studio è quello di valutare l’efficacia dell’utilizzo di Equistasi® nella riabilitazione di pazienti Parkinson mediante uno studio controllato e randomizzato con due gruppi di pazienti, uno che per due mesi ha eseguito esercizi riabilitativi intensivi indossando dispositivi Equistasi® falsi (Placebo) e uno che oltre agli stessi esercizi quotidiani, ha indossato i dispositivi attivi Equistasi®.

    2. I risultati evidenziano una netta differenza tra i due gruppi sia sul numero delle cadute alla fine del percorso riabilitativo, sia sulle scale cliniche di valutazione dei pazienti. Il gruppo che ha indossato i dispositivi attivi Equistasi® ha registrato minori cadute (circa 80% in meno rispetto all’inizio del trattamento), maggiore area di spostamento e quindi migliore equilibrio. Inoltre nello stesso gruppo, migliora anche la qualità della vita dei pazienti stessi.

    P 044 – Effects of the Equistasi® neurological rehabilitation’s device on Parkinson’s disease patients’ gait

    F. Spolaor, A. Guiotto, D. Pavan, L. Arab Yaghoubi, A. Peppe, P. Paone, Z. Sawacha, D. Volpe

    1. Studio in forma di Short Communication il cui obiettivo è quello di verificare se la somministrazione delle vibrazioni meccaniche rilasciate dal dispositivo Equistasi®, ha effetti positivi sull’analisi del cammino e sulla qualità della deambulazione in pazienti affetti da Parkison.

    2. Dieci pazienti con Parkinson, hanno indossato per quattro settimane i dispositivi Equistasi® e hanno eseguito l’analisi del cammino prima e dopo il trattamento. I risultati riportano un netto miglioramento dei parametri spazio-temporali (tempi di appoggio, di volo e lunghezza del passo) e anche dei parametri cinematici delle articolazioni (rotazioni del tronco e del bacino).

    The neurorehabilitation device Equistasi® impacts positively on the gait of Parkinson’s disease subjects

    F. Spolaor, A. Guiotto, D. Pavan, L. Arab Yaghoubi, A. Peppe, P. Paone, Z. Sawacha, D. Volpe

    1. L’obiettivo dello studio è quello di verificare se la somministrazione delle vibrazioni meccaniche rilasciate dal dispositivo Equistasi®, ha effetti positivi sull’analisi del cammino e sulla qualità della deambulazione in pazienti affetti da Parkison.

    2. Venticinque pazienti con Parkinson, hanno indossato per quattro settimane i dispositivi Equistasi e hanno eseguito l’analisi del cammino prima e dopo il trattamento. I risultati riportano un netto miglioramento dei parametri spazio-temporali (tempi di appoggio, di volo e lunghezza del passo) e anche dei parametri cinematici delle articolazioni (rotazioni del tronco e del bacino).

  • Pubblicazioni Scientifiche | Equistasi® Nello sport

    Acute effects of high-frequency microfocal vibratory stimulation on the H reflex of the soleus muscle. A double-blind study in healthy subjects.

    Alfonsi E., Paone P., Tassorelli C., De Icco R., Moglia A., Alvisi E., Marchetta L., Fresia M., Montini A., Calabrese M., Versiglia V., Sandrini G.

    1. Questo studio in soggetti sani, ha esaminato gli effetti di un sistema che fornisce microvibrazioni focali ad alta frequenza (Equistasi®) sull’inibizione del muscolo soleo H stimolato (TVS).

    2. Le microvibrazioni ad alta frequenza hanno aumentato significativamente l’effetto inibitorio di TVS sul riflesso H per un massimo di tre minuti. Inoltre, Equistasi® ha anche ridotto significativamente l’eccitabilità alfa-motoneurone. I risultati attuali indicano che Equistasi® ha un effetto modulatorio sui circuiti dei riflessi propriocettivi. Pertanto, Equistasi® interferisce con alcuni meccanismi coinvolti nel controllo fisiologico e fisiopatologico del movimento e della postura. Questo studio rappresenta la prima indicazione sul principio di funzionamento del device. Inoltre le indicazioni fisiologiche rappresentano un modello utilizzabile soprattutto negli sportivi, dove il controllo posturale e il miglioramento propriocettivo sono alla base del gesto atletico e della performace personale.

  • Pubblicazioni Scientifiche | Equistasi® Nella Sclerosi Multipla

    The effects of mechanical focal vibration on walking impairment in multiple sclerosis patients: A randomized, double-blinded vs placebo study

    Spina E., Carotenuto A., Aceto MG., Cerillo I., Silvestre F., Arace F., Paone P., Orefice G., Iodice R.

    1. Obiettivo dello studio è di valutare l’efficacia delle vibrazioni meccaniche rilasciate dal dispositivo Equistasi nell’analisi del cammino su pazienti affetti da Sclerosi Multipla.

    2. Due gruppi di pazienti (10+10) hanno indossato per quattro settimane i dispositivi Equistasi® attivi/Placebo e il gruppo con dispositivi attivi ha migliorato il cammino (lunghezza del passo, i tempi di appoggio e di doppio supporto), inoltre lo stesso gruppo ha migliorato l’equilibrio e ha diminuito la sensazione di fatica. Si è potuto verificare che i miglioramenti sono inversamente correlati con il tempo della malattia (maggiore sono gli anni dalla diagnosi minori sono i risultati in termini di miglioramento della deambulazione e della sensazione di fatica).

  • Pubblicazioni Scientifiche | Equistasi® Nelle Sindromi Atassiche

    A wearable proprioceptive stabilizer for rehabilitation of limb and gait ataxia in hereditary cerebellar ataxias: a pilot open-labeled study

    Leonardi L., Aceto MG., Marcotulli C., Arcuria G., Serrao M., Pierelli F., Paone P., Filla A., Roca A., Casali C.

    1. L’obiettivo di questo studio è quello di valutare l’efficacia delle vibrazioni meccaniche focali rilasciate dal dispositivo Equistasi®, sull’analisi del cammino e sulle scale cliniche di valutazione, in soggetti adulti affetti da Sindromi Atassiche Ereditarie.

    2. Undici pazienti adulti con Atassia Ereditaria Spinocerebellare o di Friedreich, hanno indossato per tre settimane i dispositivi Equistasi® e alla fine del trattamento hanno migliorato i parametri spazio-temporali del cammino (cadenza, lunghezza del ciclo, tempi di appoggio, tempi di doppio appoggio e di volo) e anche le scale cliniche di valutazione (SARA, 6MWT, PATATEST e 9-HPT).

    Non-invasive Focal Mechanical Vibrations Delivered by Wearable Devices: An Open-Label Pilot Study in Childhood Ataxia

    Tommaso Schirinzi, Alberto Romano, Martina Favetta, Andrea Sancesario, Riccardo Burattini, Susanna Summa, Gessica Della Bella, Enrico Castelli, Enrico Bertini, Maurizio Petrarca, Gessica Vasco.

    1. L’obiettivo dello studio è quello di valutare l’efficacia delle vibrazioni meccaniche focali rilasciate dal dispositivo Equistasi® sull’analisi del cammino e sulle scale cliniche di valutazione, in soggetti pediatrici (con esordio malattia inferiore ai 18 anni di età) affetti da Sindromi Atassiche (Spinocerebellari o Friedreich).

    2. Nei 10 soggetti reclutati, i risultati indicano dei miglioramenti nella fase di appoggio e nella lunghezza del passo soprattutto nei pazienti con Atassia Spinocerebellare. Si nota anche, negli stessi pazienti, un miglioramento della velocità, degli altri parametri spazio-temporali e delle scale di valutazione clinica (SARA, 6MWT).